DIREZIONE D'ORCHESTRA (biennio ordinamentale)

Corso Accademico di II livello

  Course Catalogue

Obiettivi formativi:
Al conseguimento del titolo i Diplomati Accademici di II livello in DIREZIONE DORCHESTRA hanno sviluppato personalità artistica e elevato livello professionale che consente loro di realizzare ed esprimere i propri concetti artistici, approfondita conoscenza di stili e tecniche strumentali/interpretative ad essi relative, del repertorio storico come della contemporaneità, tale da consentire loro di prodursi in una vasta gamma di contesti differenti; conoscenza delle principali tecniche vocali e strumentali; capacità: o di dirigere compagini orchestrali e cameristiche, interpretando con una cifra distintiva e personale musiche del repertorio storico come contemporaneo in ambito sinfonico, del teatro musicale e della musica da camera; o di sviluppare ulteriormente e autonomamente le proprie tendenze estetiche in una particolare area di specializzazione; o di relazionare le conoscenze con abilità pratiche per rafforzare il proprio sviluppo artistico; o di rappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti artistici; o di intraprendere in modo organizzato progetti artistici in contesti nuovi o sconosciuti, anche in staff con esperti di altre aree artistiche, nel contesto del teatro musicale o del mondo produttivo.

Sbocchi occupazionali:
Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti: 
- Direzione di gruppi strumentale 
- Direzione di gruppi orchestrali da camera 
- Direzione di gruppi orchestrali sinfonici 
- Direzione di gruppi orchestrali, corali e solisti vocali nel teatro musicale
Come accedere al corso
Per essere ammessi ad un corso di diploma accademico di secondo livello in Direzione d'orchestra è necessario possedere all'atto dell'immatricolazione il diploma accademico di primo livello in Direzione d'orchestra, oppure il diploma di conservatorio dell’ordinamento previgente in Direzione d'Orchestra, congiuntamente al diploma di scuola secondaria superiore o ad un altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto idoneo (MIUR nota 3735 del 3 agosto 2004).
È ammessa l’immatricolazione con riserva se il titolo richiesto sarà conseguito entro l’ultima sessione dell’anno accademico precedente a quello di immatricolazione.



Programma esame di selezione:

 A causa del protrarsi dell'emergenza pandemica la prova avverrà nel 2022 senza l'orchestra, nella riduzione pianistica con i due pianoforti.
1) Prima prova di direzione – direzione di un brano del repertorio sinfonico preparato dal candidato a scelta tra:
a) W.A. Mozart: Sinfonia in Mi bemolle maggiore KV 543 - 1° e 2° movimento
b) J. Brahms Sinfonia nr. 1 in Do minore op. 68 – 4° movimento Direzione della prova d'obbligo: I. Stravinsky: "Ottetto" per fiati - 2° movimento (con l'ottetto di fiati)
2) Seconda prova di direzione – direzione di una breve scena d'opera o un'aria con recitativo accompagnato tratta dal repertorio lirico del XVIII e XIX secolo (con accompagnamento pianistico) scelta dal candidato tra le seguenti possibilità:
a) W.A. Mozart: "Die Zauberflote" - recitativo accompagnato "Die Weissheitslehre dieser Knaben" sino all'inizio dell'Andante "Wie stark ist nicht dein Zauberton"
b) L. van Beethoven Scena ed Aria "Ah perfido" op. 65
c) G. Donizetti: "Il Don Pasquale" Duetto Norina, Dottor Malatesta (Atto primo) col recitativo accompagnato.
3) Esecuzione al pianoforte, cantando la parte vocale di una scena d'opera a scelta del candidato;
4) Esecuzione al pianoforte di un brano pianistico della difficoltà minima di una sonata di Mozart (con esclusione della KV 545), (Beethoven con la esclusione dell'op. 49), Schubert a scelta del candidato.
5) Colloquio di cultura musicale generale e dei repertori sinfonici e del teatro musicale

CRITERI DI VALUTAZIONE


Correttezza ed efficacia del gesto direttoriale


Capacità direttoriali interpretative e comunicative
Capacità di concentrazione e memorizzazione
Correttezza dei tempi di esecuzione
Abilità di riprodurre vocalmente e pianisticamente con efficace personalità interpretativa una scena del teatro musicale e di accompagnare con sicurezza il recitativo accompagnatoBuona cultura musicale e capacità analitica