STRUMENTI A PERCUSSIONE (biennio ordinamentale)
Corso accademico di II livello

Obiettivi formativi:


Sbocchi occupazionali:
Concertista. Strumentista in formazioni cameristiche. Docente di discipline musicali negli istituti di formazione musicale. Consulente musicale. Organizzatore di stagioni concertistiche e/o eventi musicali.
Diploma Accademico di Secondo Livello
Per essere ammessi ad un corso di diploma accademico di secondo livello è necessario possedere all'atto dell'immatricolazione uno dei titoli elencati di seguito:
• un diploma di conservatorio dell’ordinamento previgente (congiuntamente ad un diploma di scuola secondaria superiore o ad un altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto idoneo);
• un diploma accademico di primo livello;
• un titolo accademico di primo livello conseguito all’estero;
• una laurea dell’ordinamento previgente;
• una laure a triennale;
• una laurea conseguita all’estero.
È ammessa l’immatricolazione con riserva per gli studenti che all’atto dell’immatricolazione non siano ancora in possesso di uno dei titoli richiesti ma che lo conseguano entro l’ultima sessione dell’anno accademico precedente a quello di immatricolazione.
Gli studenti che non accedono con il corrispondente titolo accademico di primo livello conseguito presso il Conservatorio di Vicenza potranno essere ammessi con attribuzione di debiti formativi da assolvere prima di sostenere esami relativi alla disciplina di riferimento presente nei corsi accademici. Si rinvia al Regolamento Riconoscimento Crediti e Debiti per ulteriori informazioni.

Programma esame di selezione:

Il candidato eseguirà un programma a libera scelta della durata di circa 30 minuti e comprendente composizioni di complessità medio-alta precedentemente approvato dal consiglio di corso. Il candidato si sottoporrà inoltre a un colloquio o a un test di valutazione delle conoscenze musicali e culturali.
CRITERI DI VALUTAZIONE
Padronanza della tecnica strumentale
Precisione esecutiva (ritmo, fraseggio, dinamiche)
Aderenza stilistica e consapevolezza interpretativa