FLAUTO DOLCE
Corso Accademico di I livello

Obiettivi formativi:
Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Flauto dolce, gli studenti devono aver acquisito le conoscenze delle tecniche storiche e le competenze specifiche tali da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento - incluso quello d’insieme - e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione e con l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alla loro interazione.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed emozionale. Al termine del Triennio gli studenti devono aver acquisito una conoscenza approfondita degli aspetti stilistici, storici estetici generali e relativi al proprio specifico indirizzo. Inoltre, con riferimento alla specificità dei singoli corsi, lo studente dovrà possedere adeguate competenze riferite all’ambito dell’improvvisazione e all'ornamentazione.
È obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.

Sbocchi occupazionali:
Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista
- Strumentista in gruppi da camera
- Strumentista in formazioni orchestrali
- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale
Diploma Accademico di Primo Livello
Per essere ammessi a un corso di diploma accademico di primo livello è necessario possedere all'atto dell'immatricolazione un diploma di scuola secondaria superiore o un altro titolo di studio conseguito all’e stero e riconosciuto idoneo.
È consentita l’ammissione di candidati che denotino qualità artistiche particolarmente spiccate, ancorché privi del diploma di scuola secondaria superiore che tuttavia dovrà essere conseguito prima di sostenere la prova finale di diploma accademico.
Gli studenti che non possiedono le certificazioni relative alle discipline previste nel ciclo di formazione preaccademica potranno essere ammessi con attribuzione di debiti formativi da assolvere prima di sostenere esami relativi alla disciplina di riferimento presente nei corsi accademici. Si rinvia al Regolamento Riconoscimento Crediti e Debiti per ulteriori informazioni.

Programma esame di selezione:

1. Presentazione di almeno 3 brani con caratteristiche didattiche o comunque finalizzate alla risoluzione di uno specifico problema tecnico relativo allo strumento, tratti da:
 uno studio a scelta tra i 5 Studi di Frans Bruggen (escluso il n. 4), oppure dagli Studi di Federico il Grande in versione per flauto dolce contralto (escluse le prime tre pagine);
 un brano a flauto solo dai 3 volumi del Der Flujten Lust Hof di Jacob van Eyck con tutte le eventuali variazioni, oppure una Canzone strumentale di G. Frescobaldi o di altro compositore del primo Seicento (Fontana, Castello, Merula, Uccellini etc.)
 prova di improvvisazione, con esecuzione di variazioni su un basso ostinato o di un Minuetto su un frammento melodico assegnato
2. Presentazione di almeno 2 opere significative tratte dal repertorio specifico del proprio strumento. La durata dei brani presentati per questa prova non può essere complessivamente inferiore a 15 minuti.
a) Esecuzione di una Sonata barocca del primo Settecento in qualsiasi stile per flauto contralto e basso continuo (es.: Haendel, Marcello, Mancini, Veracini, Dieupart, Hotteterre etc.) oppure una Fantasia di Telemann per flauto solo;
b) Esecuzione di un movimento allegro da un Concerto per flauto dolce e archi (esempio Vivaldi, Concerti op. 10 per flauto e archi; Alessandro Scarlatti o Francesco Mancini, Concerti/Sonate per flauto, due violini e basso continuo; Telemann, Graupner, Fasch, Sammartini, etc., Concerti per flauto e archi)
3. Lettura a prima vista di un brano di media difficoltà, tratto dal repertorio per flauto e basso continuo o per flauto e archi.
Colloquio di carattere generale e motivazionale.
La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento

Criteri di valutazione:
• Padronanza della tecnica strumentale
• Precisione esecutiva
• Aderenza stilistica e consapevolezza interpretativa