DIREZIONE D'ORCHESTRA
Corso Accademico di I livello

  Course Catalogue

Obiettivi formativi:
Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in Direzione d'orchestra, gli studenti devono aver acquisito competenze tecniche e culturali specifiche tali da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio delle principali tecniche e dei linguaggi compositivi più rappresentativi di epoche storiche differenti. Specifiche competenze devono essere acquisite nell'ambito della strumentazione, dell'orchestrazione, della trascrizione e dell'arrangiamento. Particolare rilievo riveste lo studio della tecnica direttoriale nella sua pratica e nei riferimenti storici. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti favorendo in maniera specifica lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione e con l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli analitici della musica ed alla loro evoluzione storica. Al termine del Triennio gli studenti devono aver acquisito una conoscenza approfondita degli aspetti stilistici, storici estetici generali e relativi allo specifico ambito della direzione d'orchestra. Specifica cura dovrà essere dedicata all'acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed emozionale. E' obiettivo formativo del concorso anche l'acquisizione di adeguate competenze nel campo dell'informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.

Sbocchi occupazionali:
Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Direzione di gruppi strumentali
- Direzione di gruppi orchestrali e da camera
- Direzione di gruppi orchestrali sinfonici
- Direzione di gruppi orchestrali del teatro musicale.
Diploma di scuola secondaria superiore o un altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto idoneo (necessario all'atto dell'immatricolazione).
In caso di qualità artistiche particolarmente spiccate, il candidato potrà essere ammesso anche se sprovvisto di diploma di scuola secondaria superiore che, tuttavia, dovrà essere conseguito prima di sostenere la prova finale.
L'ammissione è subordinata al superamento della prova di selezione che verifica le abilità tecniche nell'ambito della composizione e/o della direzione.



Programma esame di selezione:

PRIMA PROVA


1)  Prova scritta* in clausura con aula fornita di pianoforte (al candidato non è consentito l’utilizzo di apparecchiature informatiche): armonizzazione a 4 voci di una melodia di corale assegnata dalla commissione da realizzare nel tempo massimo di 3 ore.


* Se in possesso del compimento inferiore di Composizione (corso ex ordinamentale), il candidato ha facoltà di chiedere l’esonero dalla realizzazione delle prove scritte; in tal caso la Commissione terrà conto della votazione conseguita.


2)  Concertazione e direzione di un breve brano per ensemble strumentale o per orchestra;


Il repertorio verrà indicato su questa pagina con almeno due mesi di anticipo rispetto alla data della prova di ammissione.


La prova di concertazione e direzione prevista a maggio 2020 sarà realizzata a scelta del candidato e compatibilmente con le disponibilità di personale, con l’orchestra del Conservatorio (disponibile solo nella sessione estiva), con un quintetto d’archi oppure nella riduzione pianistica con un pianoforte a 4 mani:


- con l’orchestra: F.J. Haydn Sinfonia nr. 99 in Mi bemolle maggiore il 1° movimento


- con un quintetto di archi W.A. Mozart Divertimento KV 136 in la maggiore


- con il pianoforte, a scelta tra L. van Beethoven Sinfonia nr. 1 op. 21 in Do maggiore 1° movimento oppure F. J Haydn Sinfonia nr. 49 “La Passione” un solo movimento


3) Dettato melodico


4)  Esecuzione al pianoforte di una composizione della difficoltà minima di una “Invenzione a tre voci” di J. S. Bach.


5)  Colloquio di carattere generale e motivazionale. 


SECONDA PROVA


6)  Lettura al pianoforte a prima vista di un brano per più strumenti o più voci a scelta della commissione.


7)  Colloquio sui fondamenti teorici della composizione musicale.


8) Ulteriori ambiti di accertamento delle competenze musicali di base definiti in autonomia dalle istituzioni (verranno effettuati dopo l'immatricolazione):


- teoria, ritmica, percezione musicale


- storia della musica


- lettura della partitura 



CRITERI DI VALUTAZIONE: 


- Correttezza, ed efficacia del gesto direttoriale


- Correttezza dei tempi di esecuzione


- Capacità direttoriali interpretative e comunicative


- Capacità di autocontrollo e concentrazione


- Conoscenza della terminologia specifica, delle regole e dei procedimenti relativi alla disciplina


- Correttezza ortografica, grammaticale e sintattica degli elaborati


- Coerenza strutturale e stilistica degli elaborati


- Qualità musicale degli elaborati


- Correttezza della lettura a prima vista al pianoforte