Conservatorio di Musica di Vicenza “Arrigo Pedrollo”
Istituto Superiore di Studi Musicali

Concerti ed eventi

I MARTEDÌ AL CONSERVATORIO
Martedì 12 Aprile - ore 18:00
MARCO TEZZA pianoforte

Marco Tezza pianoforte


Franz Schubert (1797 - 1828) 
Sonata No.21 in Sib magg, D. 960

Leoš Janáček (1854 - 1928) 
In The Mists (V Mlhách) JW 8/22
Piano Sonata 1.X.1905 ("From the Street")


Marco Tezza, nato a Vicenza nel 1964 si forma musicalmente con Milde Molinari e successivamente al Conservatorio della sua città, seguendo i corsi di pianoforte con Carlo Mazzoli e di violino con Giovanni Guglielmo e Giuliana Padrin. Diplomatosi nel 1984 in pianoforte con il massimo dei voti affina la sua preparazione in Italia con Jorg Demus, Gyorgy Sandor (Accademia pianistica di Imola) e Bruno Canino e in Francia con Aquiles Delle Vigne frequentando l’Ecole Normale “A.Cortot” di Parigi dove ottiene il Diplome Superieur d’Exécution.

A questo affianca importanti affermazioni in numerosi Concorsi Pianistici: Città di Treviso 1° Premio, La Spezia 1° Premio, RAI 1° Premio, ARAM 1° Premio, Moncalieri (Premio Europeo per la musica da camera) 1° Premio, Busoni (laureato), e una fitta attività concertistica in prestigiose sale in Europa, nelle due Americhe, Africa, Medio Oriente e Asia: Teatro La Fenice di Venezia, Auditorium RAI di Torino, Milano e Roma, Tonhalle di Zurigo, Ginevra e Lugano, Salle Cortot di Parigi, Bruxelles e Liegi, Musikhalle di Amburgo, Colonia, Kiel e Saarbrücken, Dublino ed Edinburgo, Festival di St.Pere de Rodes (Spagna), Culture Salle di Sofia, Riga e Tallin, Fès (Marocco), Old Mutual Auditorium di Pretoria, Tawes Theatre a Washington, New York, Steinway-Piano-Series-Florida, Säo Paulo e Rio de Janeiro, L’Avana, Assembley Hall di Beirut e Tripoli, Forbidden City Concerthall di Pechino, Manasterly Palace-Il Cairo, Caddebostan Center di Istanbul, Gumi Music Festival (Korea), Australia e Nuova Zelanda.

Gli impegni concertistici non gli impediscono tuttavia di concludere gli studi violinistici (disciplina che si rivelerà di basilare importanza per la successiva carriera direttoriale).

L’originale personalità lo porta ad avere come partners per la musica da camera strumentisti quali Ughi, Brunello, Carmignola, Ashkenazy, Klein, Nordio e lo scrittore-drammaturgo Vitaliano Trevisan. Con il bandoneonista Massimiliano Pitocco e il contrabbassista Daniele Roccato ha fondato il TrisTango volto alla riscoperta della produzione dell’opera di A. Piazzolla. Nel corso degli ultimi anni ha sviluppato una partnership artistica con il violinista Paolo Ghidoni. Oltre ad un gran numero di performances i due artisti hanno recentemente registrato insieme il loro primo album contenente le Sonate per pianoforte e violino di J. Brahms (On Classical-AEVEA). Ha collaborato con direttori quali Marco Rizzi, Evelino Pidò, Christopher Hogwood, Alan Hacker ecc. È spesso membro di giuria in prestigiosi concorsi internazionali, pianistici e di musica da camera.

Invitato personalmente all’Université de S.Esprit di Beirut (presso la quale gli è affidata una cattedra di “Professeur invité”), al Conservatorio e alla NBU di Sofia, al Victorian College of the Arts di Melbourne, alla University of Waikato (Nuova Zelanda), alle University of Florida and South Florida, Kansas State University, Pittsburg State University, University of Kentucky, Emporia State University, Southern Oregon University, University of Nebraska, Fort Hays State University, all’UNEAC de L’Avana, Università di São Paulo, Gumi Academy (Korea), Jazeps Vitols Latvian Academy di Riga, Estonian Academy of Music, DIT Conservatory-Dublin, Napier University di Edinburgh e la Escola Superior de Música de Lisboa vi tiene masterclasses e una serie di concerti trasmessi in diretta radiotelevisiva.

Il progetto mai abbandonato dello studio della direzione d’orchestra si rende concreto nel 1993 frequentando i corsi di Donato Renzetti e Lyudmyl Descev e diplomandosi (con menzione di merito) nella citata disciplina (Accademia Benvenuti di Conegliano Veneto e Sofia Academy). Assistente dei maestri De Bernardt e Kovatchev il suo debutto nel ruolo di direttore è accolto da entusiastici consensi.

Nel corso della propria carriera Marco Tezza ha collaborato in veste di solista e di direttore con orchestre quali: l’Orchestra da Camera Pedrollo, la Florence Symphonietta, i Fiati della Scala, l’Accademia Bizantina, l’Orchestra Sinfonica di San Remo, l’Orchestra Sinfonica Toscanini, l’Orchestra di Padova e del Veneto, la Filarmonia Veneta, la Sofia Chamber Orchestra, l’Orchestra Viotti, l’Offerta Musicale, l’Orchestra Sinfonica di Stato di Plovdiv, i Solisti di Bologna, l’Orchestra della Jeunesse Musicale, la Praga Symphony Orchestra, la Jugend-Symphonie-Orchester des Saarlandes, la Sofia FM Young Radio Orchestra, la Burgas State Opera Orchestra, la Fairbanks Alaska Symphony Orchestra, ​la Seoul Prime Philarmonic, la Istanbul State Symphony e molte altre.

Nel 1994 fonda la Stravinskij Chamber Orchestra (della quale è tutt’ora direttore stabile ed artistico) ottenendo in breve tempo inviti ad importanti festivals e tournèes internazionali (Vivaldi Festival a Venezia 1994, Gardaland Festival, Libano, Brasile, TonArt in Germania). In campo operistico ha collaborato con l’ATERFORUM presentando nei teatri di Ferrara, Modena, Parma, Rovigo, Bologna, Vittorio Veneto e Vicenza il “Don Pasquale” di Donizetti, “Vascello Fantasma” di Wagner e la “Maria de Buenos Aires” di Piazzolla.

Ha inciso LP e CD per le etichette Balkanton, Klingsor, AS disc Velut Luna e On-Classical-AEVEA.

È stato Direttore Artistico del Festival Internazionale di Musica da Camera di Favaro Veneto (Venezia) e del Festival Pianistico Internazionale Valdichiana & Valdisieve in Concerto (Siena-Firenze). E’ titolare di una cattedra di pianoforte presso il Conservatorio “Pedrollo” di Vicenza.


L'accesso agli spettacoli in Conservatorio è con Green Pass rafforzato (Super Green Pass). L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria da effettuarsi entro le ore 12 del giorno che precede il concerto scrivendo a prenotazioni@consvi.it o sulla piattaforma Evenbrite a questo link.

Accesso in sala a partire da 30 minuti prima dell’inizio del concerto: è prevista la misurazione della temperatura corporea per gli spettatori e un’autodichiarazione sull’assenza di sintomi riconducibili al Covid, oltre all’utilizzo della mascherina FFP2 sempre indossata.
Altri appuntamenti che potrebbero interessarti
Masterclass convegni e seminari
WORKSHOP: SURREALISTK TRICK
Docente: Marco MOTTA
(ITA)
25 Febbraio 2022 ore 13:30 - 16:30
Continua a leggere
LABORATORIO: Musica d'insieme INTERSEZIONI
Docente: Pietro TONOLO
(ITA)
A partire dal 19 Febbraio 2022 ore 14:30
Continua a leggere
MASTERCLASS L'ARCO ALLA TEDESCA PER CONTRABBASSO
Docente: Gergely JARDANYI
(HU)

A partire dal 17 gennaio 2022
30 ore



Continua a leggere