Conservatorio di Musica di Vicenza “Arrigo Pedrollo”
Istituto Superiore di Studi Musicali

Concerti ed eventi

DOPO IL RUMORE
Venerdì 31 Maggio | ore 18.00
FLAUTI E CLARINETTI IN... CORI BATTENTI!!

Venerdì 31 Maggio 2024 | ore 18.00 | Sala Guglielmo
Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria tramite la piattaforma Eventibrite a questo link


Samuel Barber (1910-1981)
Adagio in si minore op. 11 (arr. R Schmidt)


Léon Boëllmann (1862-1897)
Toccata, dalla Suite gotica (arr. T. Wye)


Paul Basler (1963)
Jambo


Victor H. Scavuzzo (1950)
A mi padre

 
Gustav Holst (1874-1934)
Jupiter, da The Planets (arr. R Pierce)


Trevor Jones (1949)
The last of the Mohicans (A medley including Main Title. Fort Battle, The Kiss, The Glade Part II, Promentory)


Karl Jenkins (1944)
Allegretto, da Palladio


Andy Scott (1949)
Paquito


Ensemble di flauti del Conservatorio di Vicenza “Arrigo Pedrollo”
Fabio Bacelle e Antonio Vivian, direttori

Emma Maria Pilastro, flauto
Martina Bezzan, ottavino
Beatrice Bortesi, Alessia Calvi, Fortuna Cinque, Maria Dalle Rive, Marilena Mongillo, Michela Dalla Villa, Martina De Bon, Ginevra Magagna, Nicolò Rizzotto, Caterina Dani, Maria Aurora Leto, Martina Feltre, Serena Zorzo, flauto
Sofia Bonora, Valentina Lazzaroni, Angela Maria Rossi, Arianna Zonta, flauto in sol 
Beatrice Dellai, flauto in sol e ottavino
Manuel Campagna, Agnese Tessari, Silvia De Francesco, flauto basso
Giacomo Barone, flauto contrabbasso

Coro di clarinetti del Conservatorio di Vicenza “A. Pedrollo”
Adalberto Ferrari, direttore

Eleonora Sacchi, clarinetto piccolo e clarinetto
Aurora Boesso, Giacomo Tripoli, Michele Gigliotti, Luca Brentegani, Luca Ferrari, Chiara Cisco, Edoardo Dal Pra, Paolo Cerato, Elisa Trevisan, Salvador Ziyad Celli, Luisa Restivo, Leonardo Tieppo, Marco Forlin, clarinetto
Pietro Zorzin, Silvio Cavaliere, clarinetto contralto
Daniele Napione, clarinetto contralto e clarinetto basso
Tommaso Sanson, clarinetto basso
Riccardo Fachinat, clarinetto contrabbasso 

In questo concerto i nostri cori strumentali diventano narratori di storie senza tempo, trasportandoci in un viaggio sonoro che ci riempirà di emozioni e ci lascerà senza fiato.
Concedetevi di essere rapiti dalla bellezza dell’armonia e dell’unione, e coinvolti dal suono in alcuni momenti creativi, poiché in questo concerto, i suoni degli strumenti si uniscono come un unico cuore pulsante. Rivivremo l’idea dell’antica tradizione dei cori battenti, unendo i suoni di due gruppi corali in una sinfonia di emozioni e significati, ricreando il fascino e la grandezza di un’epoca antica calata però nella musica del recente ‘900.

Foto di Francesco Dal Pian